Barcellona: 5 cose da vedere in 36 ore!
15577
post-template-default,single,single-post,postid-15577,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Barcellona: 5 cose da vedere in 36 ore!

Barcellona: 5 cose da vedere in 36 ore!

Sei arrivato a Barcellona per il fine settimana e non sai da dove cominciare?

Ecco 5 luoghi da visitare che ti aiuteranno a sentire l’atmosfera e l’irresistibilità di questa magica città!

1. Cattedrale di Santa Croce e Sant’Eulalia (o La Cattedrale di Barcellona).

La residenza dell’arcivescovo di Barcellona si trova qui, nella cattedrale principale della città, e non nella Sagrada Familia, come molti pensano. Questo monumento architettonico si trova nel Barrio Gótico e non lascerà nessuno indifferente per la sua imponenza e dimensioni. Indifferenti non vi lasceranno nemmeno le insolite inquiline del cortile: 13 splendide oche bianche. Il numero e il colore non sono casuali. Infatti Il colore bianco simboleggia la purezza dell’innocente Eulalia, che, a soli 13 anni, fu martirizzati per mano dei pagani.

2. Funivia sulla collina di MontJuic (la Teleférica de Montjuic).

Il modo migliore per vedere Barcellona nella sua interezza è osservarla dal cielo. Farlo è davvero semplice e ne vale la pena! Basta raggiungere la Teleférica de Montjuic e acquistare un biglietto direttamente presso l’Estación Parque de Montjuic (adulti andata e ritorno € 12, bambini € 8,80).

Salendo verso la cima della collina di Montjuic, resterete estasiati dal panorama: lasciate perdere cellulari e telecamere: godetevelo e basta!

Una volta in cima alla collina Montjuic potrete quindi visitare l’omonima fortezza. Per chi vuole è possibile scendere a piedi e ritrovarsi direttamente nella splendida Plaza de España.

3. Sagrada Familia

Questa è la nostra quarta volta a Barcellona e durante i tre viaggi precedenti non siamo mai riusciti ad entrare nella Sagrada Familia: sempre chiusa per lavori di restauro. Finalmente ce l’abbiamo fatta, comprando anche in anticipo i biglietti d’ingresso “salta fila”. Quello che abbiamo visto all’interno non può essere descritto in un articolo. Consigliamo vivamente di andarci e godersi le meravigliose architetture di Gaudì. Una miscela di genio e follia, che auguro di vedere ad ognuno di voi!

4. Lungomare Barceloneta

Per i mattinieri alzarsi alle 7 e andare a fare una passeggiata, o ancora meglio una corsetta, sul lungomare di Barceloneta, è un’esperienza indimenticabile. Al mattino presto è possibile infatti vedere vedere una Barcellona insolita, ancora assopita, tranquilla. Una Barcellona silenziosa, con la spiaggia vuota, il mare calmo, i raggi luminosi del sole nascente, con l’odore del caffè e della vaniglia provenienti dai vicini caffè. Puro relax!

5. Quartiere El Raval

Dedicato agli amanti della scultura e delle foto insolite! Passeggiando nel quartiere “El Raval” ci siamo imbattuti in un insolito esemplare di arte moderna – El Gato de Botero. Questo gatto ha cambiato parecchi posti in 16 anni mentre cercava la sua casa. Ora è il simbolo dell’area e può diventare il protagonista dei tuoi selfie, trovalo! L’area stessa è molto autentica, con ampi cortili e piccoli balconi. Passeggiata mattutina per le strade quasi deserte – a nostro avviso un ottimo inizio di giornata!

No Comments

Post A Comment